La terra trema

9d8a3b17732b341cf6d6fc18059cad6e

 

ROMA 24-8- 2016

#TERREMOTO: NUMERI DI EMERGENZA
Protezione Civile 800.840.840
Protezione Civile Lazio 803.555

ROMA 24-8- 2016

OGGI E’ UNA GIORNATA TRISTE PER TUTTI NOI.

IL TERREMOTO DI QUESTA NOTTE SIA PER CHI LO HA PROVATO NELLE

CITTA’ CHE SONO L’EPICENTRO DEL SISMA SIA PER CHI LO HA PROVATO DI

RIFLESSO IN BUONA PARTE D’ITALIA COME QUI A ROMA, CI DEVE FAR

RIFLETTERE DI COME SIAMO IMPOTENTI DAVANTI ALLA NATURA NEI SUOI

MOMENTI IN CUI SCATENA LE SUE FORZE INCONTROLLABILI. NOI ESSERI

UMANI, CHE CREDIAMO DI DOMINARLA, SIAMO SOLO DELLE FORMICHINE

CHE NON VOGLIONO CAPIRE CHE PER CONVIVERE CON IL NOSTRO PIANETA,

DOVREMMO COMINCIARE A PENSARE SERIAMENTE AD IMPEGNARE LE

RISORSE FINANZIARIE CHE OGNI NAZIONE POSSIEDE PER AFFRONTARE

QUESTE EMERGENZE,IN MANIERA CELERE E CONTROLLATA,SIA PER

COSTRUIRE E METTERE IN SICUREZZA TUTTO IL PATRIMONIO IMMOBILIARE

CHE LE INFRASTRUTTURE DEL PROPRIO TERRITORIO. L’ITALIA NON E’ UN

PAESE TRANQUILLO DAL PUNTO DI VISTA SISMICO LO SAPPIAMO TUTTI

ANCHE COLORO CHE NON SONO GEOLOGI O VULCANOLOGI. DI TERREMOTI

DEVASTANTI IL NOSTRO PAESE NE HA SUBITI TANTISSIMI FIN DAL SECOLO

SCORSO DA QUELLO DI MESSINA DEL 1908 ALL’ULTIMO CHE HA DISTRUTTO

L’AQUILA. OGNI REGIONE E’ STATA TOCCATA DA QUESTE TRAGEDIE MA DA

MOLTI ANNI SI FANNO TANTI BEI DISCORSI POLITICI PER LA

RICOSTRUZIONE IMMEDIATA MA PURTROPPO POI NELLA REALTA’ SI

VEDONO TANTI ESEMPI DI ANNI DI ATTESE,DI VITE PERDUTE ,DI VITA

DISTRUTTA SIA PER TUTTO CIO’ CHE SI PERDE DI QUELLO CHE

NORMALMENTE C’E’ IN UNA CASA SIA PER IL LAVORO E LA VITA DI TUTTI I

GIORNI. DOVREBBE FINALMENTE ESSERE MESSO IN ATTO UN GRANDE

PIANO DI CONTROLLO,RISTRUTTURAZIONE,VERIFICA, MESSA IN SICUREZZA

SIA DI PALAZZI ANTICHI CHE DI PALAZZI COSTRUITI NEGLI ANNI PASSATI

NON ANTISISMICI. FINALMENTE STANZIARE FONDI DESTINATI A

RICOSTRUIRE PALAZZI CON CERTIFICAZIONE ANTISISMICA RICOSTRUENDO,

CON MATERIALI NUOVI MA MANTENENDO LA VISIONE ARCHITETTONICA

DELL’EPOCA, I CENTRI STORICI DI CITTA’ E BORGHI CHE TORNEREBBERO

AD ESSERE TESTIMONI DELLA LORO EPOCA, CONTROLLANDO

GEOLOGICAMENTE IL TERRENO SU CUI RICOSTRUIRE, CON MATERIALI

EDILIZI MODERNI, SEGUIRE CON CONTROLLI CAPILLARI LA SCELTA DEI

MATERIALI E LE FASI DI RICOSTRUZIONE IN TEMPI DEFINITI E RISPETTATI.

IL PENSIERO ED UN GRANDE RINGRAZIAMENTO VA A TUTTI COLORO CHE,

NEI PAESI COLPITI DAL SISMA, DA AMATRICE A PESCARA DEL TRONTO,SONO

IMPEGNATI NELL’OPERA DI SALVATAGGIO,AI VOLONTARI SIA DELLA

PROTEZIONE CIVILE CHE DELLA CROCE ROSSA, AI VIGILI DEL FUOCO,TUTTI I

CORPI DI POLIZIA,A SINGOLI VOLONTARI E TUTTI I CANI ED I LORO

ACCOMPAGNATORI IMPEGNATI NEL SEGNALARE PERSONE SOTTO LE

MACERIE.

30 SQUADRE CINOFILE STANNO COLLABORANDO ALLA RICERCA DI

SUPERSTITI ED ANCHE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE PER SOCCORRERE ANCHE

ANIMALI DI AFFEZZIONE.MOLTI PENSERANNO CHE SPENDERSI PER SALVARE

UN ANIMALE DI AFFEZZIONE SIA INUTILE PENSATE INVECE QUANTO POSSA

AIUTARE PSICOLOGICAMENTE CHI HA PERSO TUTTO DALLA CASA A TUTTE

LE SUE COSE PERSONALI AVERE L’AFFETTO DEL PROPRIO COMPAGNO DI

VITA .

GLI ANIMALI SONO UNA GRANDE RISORSA CHE VIENE CONSIDERATA SOLO

IN CIRCOSTANZE STRAORDINARIE MOLTI DENIGRANO COLORO CHE LI

AMANO E LI RISPETTANO MA DOVREBBERO INVECE PENSARE CHE PER

FORTUNA CI SONO LORO CHE CON AFFETTO INCONDIZIONATO E

DISINTERESSATO AIUTANO NEL SALVATAGGIO DEGLI UMANI IN MARE, IN

MONTAGNA, NEI TERREMOTI O DISASTRI FERROVIARI, ALLUVIONI E

INCENDI OVUNQUE SI DEBBA CERCARE UNA VITA UMANA IN PERICOLO E

SALVARLA.

MAI PENSARE DI NON AVER BISOGNO DI LORO!!!!

ADANATALI

 

20 luglio 1969

ROMA 20-7-2016
GLI AMICI DEL VIRTUAL TELESCOPE MI HANNO MANDATO QUESTA SPLENDIDA FOTO DELLA LUNA PERCHE’
OGGI E’ UN ANNIVERSARIO PARTICOLARE PER L’UMANITA’ SONO PASSATI 47 ANNI DA QUANDO NEIL ARMSTRONG POSE IL SUO PIEDE SULLA SUPERFICIE LUNARE QUEL 20 LUGLIO 1969 RICORDO QUEI GIORNI ERO GIOVANE E CON TANTE BELLE SPERANZE RIPOSTE IN QUESTA IMPRESA FORSE L’UMANITA’ SAREBBE CAMBIATA NIENTE PIU’ GUERRE MA UNA SOLA IDEA COLLABORARE PER ANDARE NELLO SPAZIO ” ALLA RICERCA DI NUOVE CIVILTA'” COME LA SERIE STAR TREK CI FACEVA SOGNARE.ADORO LA FANTASCIENZA PERCHE’ TI DA LA POSSIBILITA’ DI SPERARE NEL FUTURO E ANCHE DARE ALLA MENTE LA CREATIVITA’ E LA FANTASIA PER PENSARE VERAMENTE QUELLO CHE POTREBBE ESSERE REALIZZATO NEL FUTURO. VOLI PINDARICI? FORSE, MA MOLTE COSE POI OGGI LE STIAMO UTILIZZANDO MAGARI PARTENDO PROPRIO DA UNA IDEA INSOLITA E DALLA CURIOSITA’ DEGLI SCIENZIATI. PECCATO CHE MOLTE COSE CREATE PER IL BENE ABBIANO SEMPRE AVUTO POI L’UTILIZZO PER IL MALE MI CHIEDO PERCHE’ L’UMANITA’ VOGLIA SEMPRE CERCARE L’AUTODISTRUZIONE SIA TRA GLI ESSERI UMANI CHE DEL PIANETA. SI POTREBBE VIVERE TUTTI IN SANTA PACE RISPETTANDO QUESTA MERAVIGLIOSA NATURA CHE CI PERMETTE DI VIVERE E INVECE NON FACCIAMO ALTRO CHE INQUINARLA,INCENDIARLA,INTOSSICARLA SENZA PENSARE CHE POI ALLA FINE SARA’ SEMPRE LEI A VINCERE SU DI NOI PERCHE’ PIU’ ELIMINIAMO SPECIE ANIMALI,PIU’ SFRUTTIAMO LE SUE RISORSE PIU’ ALIMENTIAMO L’EFFETTO SERRA E MENO POTREMO VIVERE SU QUESTO PIANETA .OGGI LE IMPRESE SPAZIALI NON HANNO PIU’ QUEL RILIEVO CHE AVEVANO NEGLI ANNI 50/60 DAL PRIMO SPUTNIK DEL 1957 AD OGGI QUANDO PER OGNI LANCIO RIMANEVAMO INCOLLATI AL TELEVISORE CON LA SPERANZA DI UN VERO PASSO DI PACE E PROGRESSO PER LUMANITA’ OGGI SIAMO QUI A FARCI L’UN L’ALTRO UNA GUERRA ASSURDA. INVECE DI SPARARE,FAR ESPLODERE E COMMETTERE ALTRE ATROCITA’ COME SAREBBE BELLO FERMARSI E GUARDANDO IL CIELO SPERARE NELLA VISITA DI UN ALTRO ABITANTE DELL’UNIVERSO. MA LO ACCOGLIEREMMO COME “INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO” O “ULTIMATUM ALLA TERRA” DEL 1951 SPARANDO A KLATUU ? A VOI L’ARDUA RISPOSTA .

ADA NATALI

GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE

AdaNataliGreenHeartIo sono dei Verdi e mentre stiamo discutendo su chi diventera’ Sindaco nella nostra citta’ il pianeta va a rotoli la bio diversita’ e’ saccheggiata continuamente dal bracconaggio internazionale che paesi che ancora credono che il corno del rinoceronte abbia poteri afrodisiaci oppure qualsiasi potere non abbiano dalla comunita’ internazionale nessun embargo per farli smettere.
Mi sembra veramente assurdo.
Tra pochi anni le nuove generazioni vedranno quello che era questo pianeta solo sui libri di testo e nei documentari di Quilici con cui orgogliosamente ho lavorato e Vailati ve la ricordate Enciclopedia del mare? domani e’ la giornata mondiale dell’ambiente e dovrebbe essere una giornata su cui riflettere. riflettere su cosa ?sul fatto che il dio denaro e’ il solo padrone del mondo a scapito di qualsiasi cosa buona per cui dovrebbe essere usato continuano a fare stragi di elefanti,rinoceronti balene tigri, deforestazioni selvagge,equilibrio ambientale ormai sfasciato adesso ci mangeremo, io no perche’ sono vegetariana, anche gli insetti ma arrivera’ il momento che non avranno piu’ nulla a cui dare la caccia e la natura vincera’ sempre sulla stupidita’ dell’uomo. Ma i vostri nipoti nel frattempo su un pianeta destinato alla desertificazione non vivranno mangiandosi banconote. Tutti questi premier mondiali che parlano tanto ma poi effettivamente si interessano poco se il pianeta avra’ due gradi in piu’ entro la fine del secolo, che hanno veramente il potere decisionale nelle loro mani, quando si decideranno a far cambiare sistema di vita alle proprie nazioni con una vera trasformazione ambientale che non saccheggi piu’ le risorse non infinite del nostro bel pianeta azzurro???

IL CIELO ILLUMINATO DI ROMA

Antonella_ColuccielloQUANTE VOLTE ABBIAMO RIVOLTO LO SGUARDO AL CIELO SOPRA LA
NOSTRA CITTA’ E ABBIAMO VISTO SOLO POCHE STELLE QUELLE PIU’
BRILLANTI ? TANTE VOLTE E NON CI SIAMO STUPITI DI VEDERNE COSI’
POCHE PERCHE’ SIAMO ABITUATI A QUESTA VISIONE DEL CIELO SOPRA DI
NOI. PENSIAMO CHE LA COLTRE DI SMOG CHE ABBIAMO PERMANENTE O LE
NUBI CI IMPEDISCANO LA VISIONE. IN PARTE E’ VERO, MA ANCHE UN
ALTRO FATTORE IMPEDISCE UNA MIGLIORE VISIONE DEL CIELO E’
L’ILLUMINAZIONE DELLA CITTA’ IO HO AVUTO LA FORTUNA DI VEDERE IL CIELO NEL DESERTO A PETRA IN GIORDANIA ED E’ UNO SPETTACOLO CHE PORTERO’ CON ME PER SEMPRE E’ SENTIRSI PARTE VERAMENTE DELL’UNIVERSO SEMBRA DI POTERLE
TOCCARE CON UN DITO. ANCHE SE NON HAI LA PREPARAZIONE SCIENTIFICA DI UN ASTRONOMO RICONOSCI LA CINTURA DI ORIONE MA PERFINO LA VIA LATTEA. E’ UNA VISIONE MERAVIGLIOSA CHE TI FA CAPIRE COME I NOSTRI ANTICHI PROGENITORI POTESSERO ESSERE COSI’ PRECISI SU CALCOLI ASTRONOMICI COSI’ DIFFICILI AVENDO A DISPOSIZIONE SOLO IL PROPRIO OCCHIO, MA AIUTATI DA UNA NITIDEZZADELLA VOLTA CELESTE DATA DA UNA ATMOSFERA PULITA E NON CERTO INQUINATA DA UNA VIBRAZIONE LUMINOSA PROVENIENTE DALLE

CITTA’DEL PIANETA COME ABBIAMO NOI ADESSO.
ORA SIAMO NEL 21° SECOLO LA TECNOLOGIA HA FATTO PASSI DA GIGANTI PER LA VITA UMANA MA HA TOLTO ANCHE QUALCHE COSA CHE SERVE ALLA NOSTRA ANIMA, LA BELLEZZA DI UN CIELO STELLATO VISIBILE DAL LUOGO IN CUI VIVIAMO. LE NOSTRE CITTA’ GIUSTAMENTE DI NOTTE SONO ILLUMINATE PERCHE LA SICUREZZA DEI PROPRI CITTADINI HA UNA PRIORITA’ ASSOLUTA DI FRONTE AD OGNI ALTRA COSA MA OGGI POSSIAMO DISPORRE DI TECNOLOGIE CHE POSSONO DARE SIA L’UNA CHE L’ALTRA POSSIBILITA’ “ILLUMINAZIONE PER LA SICUREZZA E VISIONE MIGLIORE DEL CIELO“. LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SU QUESTI TEMI DEVONO PORRE ATTENZIONE E RIUSCIRE A FAR COESISTERE LE DUE TEMATICHE LA SICUREZZA E LAVISIONE NOTTURNA DEL CIELO. I LAMPIONI PER ESEMPIO POSSONO ESSERE DICIAMO “AGGIORNATI” SENZA DOVER CAMBIARE L’INTERO IMPIANTO SOLO SOSTITUENDO LA PLAFONIERA CHE RACCHIUDE LA LAMPADINA. INVECE DI DISPERDERE LA RADIAZIONE LUMINOSA SIA IN BASSO CHE IN ALTO LA DISPERDE SOLO VERSO IL BASSO QUINDI PER ILLUMINARE LE STRADE CITTADINE NESSUN PROBLEMA. QUESTO SISTEMA PERMETTE INVECE DI NON AVERE NESSUNA DISPERSIONE LUMINOSA VERSO L’ALTO E QUINDI IL CIELO SOPRA DI NOI SARA’ MENO ILLUMINATO

DONANDOCI INVECE LA PROPRIA LUMINOSITA’ ED APPREZZANDO COSI’ LA VERA BRILLANTEZZA DELLE STELLE.
OGNUNO DI NOI PUO’ FARE QUALCHE COSA PER FAR SI CHE ANCHE CHI STUDIA IL CIELO SIA PER PROFESSIONE CHE PER PASSIONE POSSA FARLO
DALLA PROPRIA CITTA’ E NON DOVER ANDARE NEL DESERTO DI ATACAMA E MEMMENO CHIEDERE AL SINDACO DI SPEGNERE LE LUCI!!!!!!!!
CONTROLLARE I LAMPIONI DELLE STRADE DEL PROPRIO QUARTIERE E SEGNALARE AL SITO “COORDINAMENTO LAZIO STELLATO.IT “AFFINCHE’ POSSANO INFORMARE E CHIEDERE ALL’AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE INDICATO LE MODIFICHE NECESSARIE AD ADEGUARE I LAMPIONI COSI’ CHE LA RADIAZIONE LUMINOSA SIA DIRETTA SOLO VERSO IL BASSO E NON PIU’ DISPERSA VERSO L’ALTO CON UNA SPESA CONTENUTA, POICHE’ IN COMMERCIO ESISTONO DISPOSITIVI ATTI A QUESTO,E’ UN SEGNO DICIVILTA’ E COLLABORAZIONE CIVICA. CHE COSA NOTARE COLLEGANDOSI AL SITO SI POSSONO AVERE TUTTE LE SPIEGAZIONI, LE SOLUZIONI TECNICHE ED ANCHE LE FOTO ESPLICATIVE DI COME ACCORGERSI SE UN LAMPIONE ,UN CARTELLONE PUBBLICITARIO, UN CENTRO SPORTIVO, UN FARO SU UN TETTO E’ A NORMA IN BASE ALLE INDICAZIONI FORNITE NELLA LEGGE REGIONALE 13 APRILE 2000 N. 23 art.12 PER LA RIDUZIONE E LA PREVENZIONE DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO. UN SISTEMA DI ATTENZIONE ANCHE DA PARTE DEL CITTADINO PRIVATO NEL PROPRIO GIARDINO,NEL PROPRIO PALAZZO,NEL PROPRIO UFFICIO, NEL CENTRO SPORTIVO CHE FREQUENTA PUO’ FARE LA DIFFERENZA SENZA

ABBASSARE I LIVELLI DI LUCE MA RISPARMIANDO, CON UNA MIGLIORE GESTIONE DELLA LUMINOSITA’, SIA SULLA BOLLETTA CHE SULLE EVENTUALI MULTE CHE POSSONO ESSERE DATE SE NON SI RISPETTANO I PARAMETRI INDICATI DALLA LEGGE. UN’ULTIMA OSSERVAZIONE CHE DA ANIMALISTA NON POSSO NON PORTARE ALLA VOSTRA ATTENZIONE. ANCHE LA FAUNA NOTTURNA E’ SPESSO DISORIENTATA DA UNA ILLUMINAZIONE INCONTROLLATA. GLI INSETTI,LE FALENE ,I PIPISTRELLI, I GUFI E GLI ALTRI ANIMALI NOTTURNI CHE SONO INDISPENSABILI PER L’EQUILIBRIO AMBIENTALE, HANNO ANCHE DELLE CONSEGUENZE FATALI. TUTELARE LA LORO VITA ANCHE CON QUESTI ACCORGIMENTI VUOL DIRE TUTELARE ANCHE LA NOSTRA VITA PENSATE AI RAPACI NOTTURNI CHE SONO I PREDATORI NATURALI DEI TOPI, TUTTO HA UN SUO EQUILIBRIO CHE SPESSO NOI UMANI NON SAPPIAMO RISPETTARE MA BASTA UN PICCOLO CAMBIAMENTO DI PENSIERO E DI COMPORTAMENTO DA OGNUNO DI NOI PER DARE UNA MANO ALLA NATURA.

LEGGI – LINEE GUIDA CONTRO L’INQUINAMENTO LUMINOSO

www.coordinamentocielostellato.it

e-mail: inqlum@uai.it

uai – Unione Astrofili Italiani

Chernobyl 26 aprile 1986

Roma 26-aprile 2016
sono passati trenta anni da questo incidente nucleare che ha profondamente segnato la nostra vita non e’ stato il solo purtoppo ma sicuramente il piu’ devastante forse solo Fukushima si avvicina alla stessa pericolosita’ E’ un argomento da approfondire pensando quanto siamo fragili di fronte a cio’ che l’uomo sa creare e poi non gestire. L’italia ha scelto di uscire dal nucleare molti contestano che tanto siamo circondati da nazioni che centrali nucleari ne hanno in grande quantita’ e quindi siamo in pericolo in caso di incidente ma credo che non averla in casa una centrale sia intanto una scelta di vita civile perche’ l’energia si puo’ avere dalle fonti rinnovabili e a livello di pericolo e’ sicuramente minore in caso di incidente. Riflettiamo che non siamo ancora riusciti a risolvere lo stoccaggio delle scorie del nostro breve periodo di attivita’ delle nostre centrali.
Vi invito a rifettere e commentare quanto noi tutti unami animali e piante siamo fragili di fronte a energie cosi’ devastanti e confrontare la vita nel nostro paese e quella vicino ad un incidente nucleare.
Ada Natali