Ciao Dario

ROMA 19-10-2016

CIAO DARIO
UN PO DI ANNI FA RICORDO UN BEL POMERIGGIO DURANTE UNA LUNGA MANIFESTAZIONE AMBIENTALISTA ORGANIZZATA DAI VERDI A FIRENZE NELLA FORTEZZA DA BASSO DOVE SOTTO L’OMBRA DI UN BELL’ALBERO ABBIAMO PARLATO TANTO DI AMBIENTE,DEL FUTURO DI QUESTO PIANETA DEI DIRITTI NEGATI,DELL’INQUINAMENTO E DEGLI ANIMALI CON LA TUA CULTURA IL TUO SAPERE,LA TUA ESPERIENZA ARTISTICA ,LA TUA IRONIA LA TUA SIMPATIA E LA TUA DISPONIBILITA’ A DIALOGARE CON NOI.    E’ IL MIO RICORDO PERSONALE DELL’INCONTRO CON DARIO FO IN UN MOMENTO IN CUI I VERDI GOVERNAVANO L’ITALIA E IO AVEVO ANCORA MOLTE SPERANZE CHE L’ESSERE UMANO CAMBIASSE A FAVORE DELLA TUTELA DEL PROPRIO AMBIENTE.    GLI ANNI SONO PASSATI E LA DELUSIONE E’ TANTA COME LA DELUSIONE DI VEDERE COME,QUANDO SEI IN VITA, I TUOI SIMILI NON FANNO ALTRO CHE CONTRASTARTI,PARLAR MALE, INVIDIARTI,ESCLUDERTI E ALTRO E ADESSO INVECE TUTTI AD ELOGIARTI A INCENSARTI A DIRE UN NOBEL ITALIANO,IO LO CONOSCEVO,ERAVAMO GRANDI AMICI………
HA RAGIONE JACOPO NELL’AMAREZZA DELLE SUE PAROLE QUANDO TI HA SALUTATO A MILANO  MA PURTROPPO SU QUESTI COMPORTAMENTI CHE TI CONTRASTANO L’ESISTENZA BISOGNA FARCI I CONTI.      LA GRANDEZZA DI UNA PERSONA SI VEDE NEL MODO IN CUI LI AFFRONTA E LI SUPERA E TU E FRANCA IN QUESTO SIETE STATI MAESTRI.
CIAO DARIO MI VIENE IN MENTE UNA MASSIMA ANIMALISTA CHE DICE “TANTO IO CHE TE POVERO MAIALE NON SAREMO APPREZZATI CHE DOPO LA NOSTRA MORTE” L’IRONIA E’ D’OBBLIGO MA  SAREBBE MEGLIO CHE I PROPRI SIMILI CAPISSERO ED APPREZZASSERO LA GRANDEZZA E LA GENIALITA’ DI UNA PERSONA E PERCHE’ NO, ANCHE DEL MAIALE,QUANDO SE LA PUO’ GODERE!!!!! CIAO ADA

OGGI L’ITALIA ATTERRA SU MARTE

ROMA 19-10-2016
OGGI L’ITALIA ATTERRA SU MARTE  IL LANDER CHE MOLTA TECNOLOGIA ITALIANA HA COSTRIUTO TOCCHERA’ IL SUOLO MARZIANO ALLE 18.30 QUESTO MI FA RIFLETTERE SU QUANTO L’UOMO SIA GENIALE E QUANTO POI SI PERDA IN GUERRE, DIATRIBE, FAIDE SOLDI SPESI INUTILMENTE E SOTTRATTI ALLA RICERCA SCIENTIFICA. NON SAREBBE MEGLIO FINANZIARE QUESTE OPERE DELL’INGEGNO UMANO PIUTTOSTO CHE QUELLE CHE CI PORTANO ALLA DISTRUZIONE??       I TERRESTRI DOVRANNO DARSI DA FARE NEL PROGETTARE E COSTRUIRE ASTRONAVI SE VORRANNO CONTINUARE A VIVERE SU ALTRI PIANETI.  TRA QUALCHE MILIARDO DI ANNI,PER ORA C’E’ ANCORA TEMPO, CI PENSERA’ IL SOLE A INGLOBARE LA TERRA NELLA SUA TRASFORMAZIONE PRIMA IN GIGANTE ROSSA E POI NANA BIANCA.
SE AVREMO ASTRONAVI ALLA STAR TREK POTREMO ANDARE AD INQUINARE ANCHE ALTRI SISTEMI SOLARI?? O AVREMO IMPARATO LA LEZIONE DI TUTELARE L’AMBIENTE !!!!
ADA NATALI

Festival#Animali Macro di Roma dal 4 al 27 ottobre

fonte: http://www.enpa.it/it/16114/cnt/i-fatti/cultura-e-animali-un-mese-di-eventi-spettacoli-esp.aspx

Cultura e Animali. Un mese di eventi, spettacoli, esposizioni, incontri. E’ la prima edizione del Festival#Animali, al Macro di Roma dal 4 al 27 ottobre

1

Un contenitore di iniziative centrate sulle tematiche animali e sul rapporto uomo-animale, con un calendario che prevede più di 40 incontri, proiezioni, spettacoli dal vivo, installazioni e mostre (fotografiche e pittoriche) su una superficie espositiva di duemila metri quadrati. E’ la prima edizione del Festival#Animali, in programma a Roma, presso la Factory del Macro Testaccio dal 4 al 27 ottobre. Nata su iniziativa della Senatrice PD Silvana Amati, la rassegna è organizzata da Enpa con l’obiettivo di riflettere e di far riflettere sul legame multidimensionale che unisce l’uomo al resto dei viventi e all’ambiente. Dalla bellezza alla felicità, dalla sofferenza alla libertà, passando per il diritto, la tradizione, la schiavitù; ma anche guerra, migrazioni e architettura, il Festival#Animali disegna un percorso multidirezionale scandito da parole polisemantiche.

Cuore della manifestazione è la Sezione “Immagini” con l’esposizione dedicata alle arti visive, che vede l’impegno del Museo della Fotografia e dell’Informazione di Senigallia, con alcuni fotografi dell‘Agenzia Contrasto, e di diversi artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, che rappresentano gli animali come esseri senzienti, la cui vita dunque non può essere considerata funzionale rispetto ad una presunta “utilità” per l’uomo. Nella sezione espositiva, in evidenza anche 12 foto di Flavio di Properzio che documentano il recente impegno dell’Enpa nelle aree colpite dal sisma; le creazioni “bestiali” degli artisti diversamente abili del gruppo “Disartisti”; 16 pannelli che ripercorrono le campagne di comunicazione sociale promosse negli anni da Enpa; opere a tema libero proposte da artisti indipendenti.

Nella Sezione dedicata alla “Parola” si parte il 4 ottobre con la presentazione del libro di Andrea Maori che ripercorre, attraverso la storia dell’Enpa, le tappe principali dell’animalismo in Italia. Sabato 8 ottobre il focus del festival è sulla correlazione tra i maltrattamenti ai danni degli animali e la violenza contro le persone, per passare poi – domenica 23 ottobre – al grande tema delle migrazioni umane e animali. Sabato 15 ottobre invece il Festival#Animali svela la sensibilità animalista di Albertone, uno degli aspetti meno conosciuti del grande attore. In chiusura – mercoledì 26 ottobre – si parlerà di farmaci generici veterinari con la Senatrice Silvana Amati e la Deputata Michela Vittoria Brambilla.

Calendario ricco di eventi anche per la Sezione “Spettacolo” che si apre martedì 4 ottobre con l’esibizione musical-circense (senza animali) di Reggae Circus e di Circo Maximo, mentre il 22 ottobre il testimone passa alla rappresentazione dal titolo “Processo ad Hagen”, spettacolarizzazione di un processo a un cane abbandonato e diventato aggressivo. Artisti di strada e giocolieri nuovamente in scena giovedì 27 con lo spettacolo di chiusura del festival.
Il film di Laurie Anderson “Heart of a dog”, in calendario giovedì 6 ottobre, dà il via alla Sezione Proiezioni, nella quale sono in programma anche “L’uomo che insegna agli uccelli a volare” (martedì 18); “Pensiero Animale”, videointervista al padre dell’animalismo, Peter Singer; “Gli animali nella Grande Guerra” (martedì 25), documentario di Folco Quilici.

Insomma, quello del Festival#Animali è un programma multidisciplinare e di ampio respiro, pensato per contribuire attivamente alla diffusione della cultura del rispetto per gli animali non umani.
«Da tempo, importanti protagonisti delle arti visive hanno messo al centro delle loro opere i diritti e le storie di sofferenza e di vita degli animali». Dichiara la Senatrice Silvana Amati, che prosegue: «Pensare a un luogo comune e simbolico dove far incontrare queste esperienze con il lavoro eccezionale dell’Enpa e gli studenti delle nostre scuole può contribuire a determinare un passo avanti nella crescita culturale del Paese nei confronti dei diritti degli esseri senzienti».

Del resto, il Festival#Animali, primo evento del genere in Italia, si inserisce nel solco di un profondo cambiamento culturale. «I “temi animali” – aggiunge la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi – si sono profondamente radicati nel cuore e nella coscienza degli italiani: è dunque giunto il momento di superare la prospettiva antropocentrica con cui ancora troppo spesso ci relazioniamo agli altri viventi. Organizzare il festival in una struttura dove sono morti numerosissimi animali ha per noi un enorme valore simbolico; significa infatti voltare pagina rispetto a questo passato e restituire quei luoghi alla collettività, depurandoli di ogni sofferenza».

Il Festival#Animali, totalmente gratuito, ha ottenuto il Patrocinio del Senato, del MIUR, del MiBACT, della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, dell’Associazione di iniziativa Parlamentare per la Salute e la Prevenzione, dell’Accademia di Brera, è supportato dal Dipartimento per le politiche educative del Comune di Roma e dalla Sovrintendenza di Roma Capitale ed è promosso in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma.

OGGI E’ SAN FRANCESCO D’ASSISI

rutelli_totti_auguri_a_tutti_i_francescoROMA 4-10-2016
OGGI E’ SAN FRANCESCO D’ASSISI
 
AUGURI A TUTTI I FRANCESCO E FRANCESCA IN PARTICOLARE COME NON FARLI A DUE FRANCESCHI CHE HANNO UN GRANDE AMORE PER ROMA FRANCESCO TOTTI E FRANCESCO RUTELLI. IL CAPITANO SGAMBETTAVA QUANDO RUTELLI TIFOSO DELLA LAZIO RICOPRIVA LA CARICA DI SINDACO COSI’ LONTANI NEL TIFO DELLA PROPRIA SQUADRA DEL CUORE MA COSI’ VICINI COME IMPEGNO  PER QUESTA ROMA  COSI’ PROBLEMATICA.
NON HO LA FORTUNA DI CONOSCERE PERSONALMENTE FRANCESCO TOTTI MA HO AVUTO LA FORTUNA DI CONOSCERE E LAVORARE CON FRANCESCO RUTELLI NEI SETTE ANNI DEL SUO MANDATO DI SINDACO E’ STATA L’ESPERIENZA POLITICA PIU’ BELLA DELLA MIA VITA QUANDO I VERDI CON LA SUA ELEZIONE HANNO PORTATO UN CAMBIAMENTO EPOCALE NELLA VITA DELLA CITTA’ PIU’ INFORMAZIONE,INCONTRI CON I CITTADINI,ASSOCIAZIONI, COMITATI. UNA VISIONE DEL FUTURO CON IL PROGETTO DELL’AUDITORIUM,LE CENTO PIAZZE LA TUTELA DEL VERDE.I BUS ELETTRICI, I DIRITTI DEGLI ANIMALI.  UN PO DI NOSTALGIA ED UN PENSIERO TORNERA’ ROMA COME ALLORA?  SPERIAMO  INTANTO FERMIAMOCI UN ATTIMO PERCHE’ LEGGERE IL CANTICO DELLE CREATURE FA SEMPRE BENE!!!

testo originale, in volgare

Altissimu, onnipotente bon Signore,
Tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.
Ad Te solo, Altissimo, se konfano,
et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ Signore cum tucte le Tue creature,
spetialmente messor lo frate Sole,
lo qual è iorna, et allumeni noi per lui.
Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore:
de Te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si’, mi Signore, per sora Luna e le stelle:
in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.
Laudato si’, mi’ Signore, per frate Vento
et per aere et nubilo et sereno et onne tempo,
per lo quale, a le Tue creature dài sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor Aqua,
la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.
Laudato si’, mi Signore, per frate Focu,
per lo quale ennallumini la nocte:
ed ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra,
la quale ne sustenta et governa,
et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’, mi Signore, per quelli che perdonano per lo Tuo amore
et sostengono infirmitate et tribulatione.
Beati quelli ke ‘l sosterranno in pace,
ka da Te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi Signore, per sora nostra Morte corporale,
da la quale nullu homo vivente po’ skappare:
guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali;
beati quelli ke trovarà ne le Tue sanctissime voluntati,
ka la morte secunda no ‘l farrà male.

Laudate et benedicete mi Signore et rengratiate
e serviateli cum grande humilitate

Testo in italiano

Altissimo, onnipotente, buon Signore
tue sono le lodi, la gloria e l’onore
ed ogni benedizione.
A te solo, Altissimo, si confanno,
e nessun uomo è degno di te.

Laudato sii, o mio Signore,
per tutte le creature,
specialmente per messer Frate Sole,
il quale porta il giorno che ci illumina
ed esso è bello e raggiante con grande splendore:
di te, Altissimo, porta significazione.

Laudato sii, o mio Signore,
per sora Luna e le Stelle:
in cielo le hai formate
limpide, belle e preziose.

Laudato sii, o mio Signore, per frate Vento e
per l’Aria, le Nuvole, il Cielo sereno ed ogni tempo
per il quale alle tue creature dai sostentamento.

Laudato sii, o mio Signore, per sora Acqua,
la quale è molto utile, umile, preziosa e casta.

Laudato sii, o mio Signore, per frate Fuoco,
con il quale ci illumini la notte:
ed esso è robusto, bello, forte e giocondo.

Laudato sii, o mio Signore, per nostra Madre Terra,
la quale ci sostenta e governa e
produce diversi frutti con coloriti fiori ed erba.

Laudato sii, o mio Signore,
per quelli che perdonano per amor tuo
e sopportano malattia e sofferenza.
Beati quelli che le sopporteranno in pace
perchè da te saranno incoronati.

Laudato sii, o mio Signore,
per nostra sora Morte corporale,
dalla quale nessun uomo vivente può scampare.
Guai a quelli che morranno nel peccato mortale.
Beati quelli che si troveranno nella tua volontà
poichè loro la morte non farà alcun male.

Laudate e benedite il Signore e ringraziatelo
e servitelo con grande umiltate.

AUGURI
ADA NATALI      

FESTA DEI NONNI

festa_dei_nonni_micifeliciROMA 2-10-2016

OGGI E’ LA FESTA DEI NONNI AUGURI A TUTTE LE NONNE ED I NONNI D’ITALIA

E’ DOVEROSO PENSARE A QUANTO SIA PREZIOSA LA LORO PRESENZA PER LE NUOVE GENERAZIONI,LA LORO ESPERIENZA,I LORO RICORDI CHE CONTRIBUISCONO A FORMARE IL CARATTERE DEI LORO NIPOTI.
PENSIAMO ANCHE QUANTO SIANO INVECE POCO CONSIDERATI DAL GOVERNO ITALIANO CHE LI RELEGA SEMPRE COME PENSIONATI, AD UN ASPETTO DI PESO PER LA NAZIONE FONDAMENTALMENTE E’ QUESTO CHE SENTE CHI HA SUPERATO I SESSANTACINQUE ANNI DI ETA’ , UN FASTIDIO PER CHI GOVERNA PENSARE AD AGGIORNARE LE PENSIONI AL COSTO EFFETTIVO DELLA VITA, A TOGLIERE TASSE PESANTI ED INGIUSTE PER ALLEGGERIRE I PENSIERI SEMPRE PIU’ PESANTI DI CHI DEVE PENSARE A COME METTERE INSIEME IL PRANZO CON LA CENA,PAGARE LE BOLLETTE,PAGARE ALL’INFINITO, CON UNA TASSA SULLA CASA, UN BENE SPESSO DOVUTO A FATICHE E RINUNCE NEI COSIDDETTI MIGLIORI ANNI DELLA VITA PER COSTRUIRSI UN TETTO SICURO SULLA TESTA PER LA PROPRIA VECCHIAIA. PECCATO CHE NON SI PENSI A COLORO CHE HANNO VERSATO TANTI CONTRIBUTI E SI RITROVANO A VIVERE CON MENO DI MILLE EURO NETTI CHE CORRISPONDEREBBERO A CIRCA DUE MILIONI DELLE VECCHIE LIRE.
IL PROBLEMA E’ CHE IL POTERE D’ACQUISTO DELL’EURO NON CORRISPONDE A QUELLO CHE AVEVA LA LIRA, IN UNA SOCIETA’ CHE HA RADDOPPIATO TUTTI I COSTI DIMEZZANDO DI FATTO IL VALORE DI STIPENDI E PENSIONI PER AFFRONTARLI. NON SI PUO’ FAR FRONTE NELLO STESSO MODO A TUTTI GLI IMPEGNI FINANZIARI MANO MANO NEGLI ANNI AUMENTATI DI NUMERO E DI COSTO CHE INVECE FACEVANO VIVERE DIGNITOSAMENTE PRIMA DEL 2002,
CON 800 EURO NETTI DI UNA PENSIONE SI VIVE DA DISPERATI CON UN MILIONE E 600 MILA LIRE SI VIVEVA DA SIGNORI. ALCUNE TASSE DOVREBBERO ESSERE A TEMPO PER CHI SUPERA UNA CERTA ETA’ E NON HA COSI’ TANTI BENI IMMOBILI CHE GLI DIANO UN REDDITO DA MILIARDARIO!!!!
LA PAROLA EQUITA’ DOVREBBE ESSERE DAVVERO MESSA IN ATTO CONSIDERANDO CERTE SITUAZIONI. OGNI TANTO IL GOVERNO COME IN QUESTI GIORNI CERCA DI DARNE UNA PARVENZA MA QUESTE SONO INIZIATIVE CHE COMUNQUE DISCRIMINANO SEMPRE TRA CHI NE AVRA’ UN BENEFICIO E CHI INVECE A POCHI EURO DAL TETTO FINANZIARIO DEFINITO NON AVRA’ NIENTE E PARLIAMO SEMPRE DI QUELLO CHE UNA VOLTA ERA IL CETO MEDIO,DI CHI LAVORANDO HA VERSATO TUTTI I CONTRIBUTI E CHI INVECE NON NE HA VERSATO NEMMENO UNO. E’ GIUSTO DARE LA POSSIBILITA’ DI VIVERE MEGLIO A CHI LO STATO RICONOSCE 200/500 EURO DI PENSIONE SOCIALE AUMENTANDO IL REDDITO MA ALLORA ANDREBBE RICONOSCIUTA LA STESSA CIFRA ANCHE AGLI ALTRI,FINO AD UN TETTO DA DEFINIRE CHE SEGNI LA DIFFERENZA TRA CHI PUO’ ESSERE CONSIDERATO NON POVERO MA NEMMENO RICCO E DIA LA POSSIBILITA’ DI VITA DIGNITOSA E TRANQUILLA , COME TUTTI CERCANO DI AVERE,AI MILIONI DI PENSIONATI ITALIANI CHE SI DEFINISCONO NORMALI.
MA OGGI E’ LA FESTA DEI NONNI CHE ANCOR GIOVANI FANNO DI FATTO PER I DISABILI,I BAMBINI,GLI ANZIANI,UN SERVIZIO SOCIALE GRATUITO PER UNO STATO CHE NON ARRIVA A TUTELARE SERIAMENTE I PROPRI CITTADINI PIU’ DEBOLI,I NONNI CHE HANNO CONTRIBUITO A FAR ANDARE AVANTI IL PAESE OGNUNO CON IL PROPRIO LAVORO E VOLONTARIATO.

OGGI E’ LA FESTA DEI NONNI PER IRONIA SI POTREBBE PENSARE CHE CI FESTEGGIANO O …. CI FANNO LA FESTA !!!!

ADA NATALI